Nomfup

Only connect

Posts Tagged ‘Julianna Smoot

Il partito del Presidente

leave a comment »

Comandante in Capo

Dimenticatevi di Obama for America, il braccio elettorale che ha portato alla rielezione del presidente democratico. D’ora in poi, come ha rivelato il Los Angeles Times, si chiamerà Organizing for Action (stesso acronimo, OfA) e sarà quella che in gergo tecnico viene denominata una 501(c)4, una associazione non-profit a scopi sociali che presenta i vantaggi fiscali di non avere l’obbligo di rendere noti i finanziatori e di poter raccogliere fondi senza un tetto fissato.

Già nel 2008, la campagna elettorale si era tramutata in un veicolo solo parzialmente autonomo, Organizing for America, vissuto come un doppione dall’establishment del Partito democratico americano e prematuramente pensionato per evitare polemiche.

Oggi in Organizing for Action sono coinvolti tutti i protagonisti principali della campagna di Obama, da Jim Messina (che lo guiderà) al suo ex-portavoce Robert Gibbs, dalle sue strette collaboratrici Stephanie Cutter, Jennifer O’Malley Dillon e Julianna Smoot a Jon Carson, fino a poche ore fa all’ufficio per l’impegno comunitario della Casa Bianca e oggi in predicato di diventare il direttore esecutivo di OfA (ma ci saranno anche Erik Smith, un top fundraiser democratico come Frank White e, naturalmente, David Plouffe).

Il suo tesoretto sarà costituito dalla formidabile capacità di raccolta soldi espressa dalla campagna di Obama, dalla prossimità con il Presidente in carica, dai Big Data, l’immenso tesoro digitale di indirizzi e mail su cui è stata costruita la vittoria dello scorso novembre. Quasi un partito nel partito che potrà rivelarsi decisivo nelle corse per il mid-term e che, probabilmente, sarà l’embrione della futura presenza – politica? – di Obama nella vita pubblica a stelle e strisce. (h/t: Gianluca Di Tommaso)

Annunci

Written by nomfup

gennaio 19, 2013 at 11:37 am

Inauguration Day

leave a comment »

Eva Longoria sarà uno dei quattro co-presidenti della Inauguration del Presidente Obama il prossimo 21 gennaio.

Già assegnati, nel grande giorno della nuova Casa Bianca, una serie di altri ruoli ai fedelissimi della campagna elettorale: Jim Messina sarà presidente della parata inaugurale , la portavoce Stephanie Cutter presiderà il Board of Directors, Jen O’Malley Dillon il National Day of Service, Julianna Smoot ai balli e ai ricevimenti, Rufus Gifford tesoriere e Patrick Gaspard il National Mall.

Written by nomfup

dicembre 8, 2012 at 4:21 pm

Jeremy

leave a comment »

Bernard con cane in braccio

Barack Obama nomina Jeremy Bernard nuovo segretario sociale della Casa Bianca. E’ la prima volta in quella posizione amministrativa di un gay dichiarato. Spiega tutto sull’Ansa Marcello Campo da Washington:

Jeremy Bernard, prima di arrivare alla corte di Obama, viveva in Francia, dove era il capo dello staff dell’ambasciatore americano a Parigi. E’ nato a San Antonio, in Texas, e tra il 2008 e il 2010 ha tenuto i rapporti tra la Casa Bianca e il National Endowment for the Humanities, un’agenzia federale che si occupa di tutelare e diffondere le materie umanistiche. In passato ha collaborato con la campagna elettorale di Barack Obama in California. ‘Jeremy – afferma Obama nel comunicato che annuncia il suo arrivo – condivide la nostra stessa visione di cosa deve essere la Casa Bianca, come la Casa della gente, un luogo che celebra la nostra storia e la nostra cultura in una dinamica inclusiva. Non vediamo l’ora – conclude Obama – che Jeremy continui a mettere in vetrina l’arte e la cultura del nostro Paese al mondo attraverso i tanti eventi che si terranno alla Casa Bianca’.

Written by nomfup

febbraio 25, 2011 at 8:25 pm

Rimpasti

leave a comment »

Io me ne andrei

All’improvviso, nel campo laburista, scoppia una bomba: le dimissioni di Alan Johnson da cancelliere ombra. Al suo posto dovrebbe entrare è andato Ed Balls, con la moglie Yvette Cooper shadow agli interni e Douglas Alexander agli esteri. Primo crisis management per Ed Miliband, delicatissimo.

Julianna Smoot

Dall’altra parte dell’Atlantico, sarà invece Jim Messina a coordinare la campagna di rielezione di Barack Obama nel quartier generale di Chicago. Al suo fianco Julianna Smoot, la segretaria sociale della Casa Bianca, e Jennifer O’ Malley Dillon dal DNC (al suo posto dovrebbe subentrare l’attuale consigliere politico del Presidente, Patrick Gaspard). Con i due David, Axelrod e Plouffe, a scambiarsi di posto tra Chicago e Washington.

Taco 12

leave a comment »

Stavolta niente imbucati.

Colla cofana

Julianna Smoot – la socialite-in-chief della Casa Bianca, subentrata a Desirée Rogers – ha sigillato la cena di Stato in onore del Presidente messicano.

Desperate Whitehousewives

Per cui al party c’erano solo Obama boys (and girls), finanziatori e vario mondo latino.

Written by nomfup

maggio 20, 2010 at 2:06 pm

Smoot Operator

leave a comment »

Sostituzione in corsa alla Casa Bianca. Uscita Desirée Rogers, arriva Julianna Smoot, che per Obama si occupava della parte finanziaria durante la campagna elettorale.

Socialite-in-chief

Chicago perde i pezzi, a vantaggio di Washington.

Written by nomfup

febbraio 28, 2010 at 8:14 pm