Nomfup

Only connect

Posts Tagged ‘Jon Cruddas

Quell’olimpico di Tony

leave a comment »

(immagini di repertorio)

Indovina chi è il nuovo consulente del Labour sulle Olimpiadi (o meglio sul lascito olimpico a Londra)? Si chiama Tony Blair, e pare che negli ultimi tempi ci abbia ripreso gusto. Tanto che Ed Miliband si è unito a lui in un fundraiser organizzato dal vecchio spin doctor di Downing street, Alastair Campbell. Nella splendida cornice dello stadio dell’Arsenal. Inutile dire che questo ritorno ha già provocato polemiche tra i laburisti, tanto divisiva è l’eredità dell’ex-premier. Tanto più ricordando la prossimità dell’attuale leader del Labour all’arcirivale di Blair, Gordon Brown. Tony darà una mano a Jon Cruddas, incaricato da Miliband di redigere la piattaforma con cui i laburisti puntano a riprendersi Downing street.

Annunci

Written by nomfup

luglio 12, 2012 at 2:30 am

Rosso, blu o viola?

with 3 comments

Sul quotidiano Europa tutti i colori del Labour britannico: quello “rosso” di Ed Miliband, quello blu di Maurice Glasman, accademico e pari d’Inghilterra, sempre più influente, e quello viola dei blariani alla riscossa. Sullo sfondo la sfida alla Big Society di David Cameron.

Labour: Chi sta con chi

leave a comment »

Labour List, il sito progressista, tiene – e aggiorna – il conto dei parlamentari che finora appoggiano David e Ed Miliband.

David e signora, pronti alla corsa

Con il più grande si sono già schierati 21 deputati: Hugh Bayley (York Central), Alan Campbell (Tynmouth), Ann Coffey (Stockport), Mary Creagh (Wakefield), Gloria De Piero (Ashfield), Julie Elliot (Sunderland Central), Jim Fitzpatrick (Poplar and Limehouse), Caroline Flint (Sheffield Don Valley), David Hanson (Delyn), Alan Johnson (Kingston upon Hull West and Hessle), Tessa Jowell (Dulwich and West Norwood), Anne McGuire (Stirling), Pamela Nash (Airdrie and Shotts), Chris Ruane (Vale of Clwyd), Anas Sarwar (Glasgow Central), Angela Smith (Penistone and Stocksbridge), Mark Tami (Alyn and Deeside), Gareth Thomas (Harrow West), Valerie Vaz (Walsall South), Phil Wilson (Sedgefield) e Phil Woolas (Oldham East and Saddleworth).

Ed si lavora la stampa locale

Con Ed, invece, ci sono Hilary Benn (Leeds Central), Roberta Blackman-Woods (City of Durham), Hywel Francis (Aberavon), Helen Goodman (Bishop Auckland), Peter Hain (Neath), David Hamilton (Midlothian), Sadiq Khan (Tooting), Ian Lucas (Wrexham), Graham Morris (Easington), Stephen Pound (Ealing North), Linda Riordan (Halifax)
Andy Slaughter (Hammersmith & Shepherds Bush), Emily Thornberry (Islington South & Finsbury), Alan Whitehead (Southampton Test). Totale: 14.

Update: Secondo SKY Jon Cruddas non si candiderebbe alla leadership.

Written by nomfup

maggio 17, 2010 at 10:29 pm

Pubblicato su UK

Tagged with , ,

C’eravamo tanto amati

leave a comment »

Il primo sondaggio sulla corsa alla leadership del Labour lo sforna Stan Greenberg, il sondaggista americano che è stato per anni di casa a Downing street.

Ed e David da ragazzini

E nei suoi dati David Miliband è sopra di un po’ sui due Ed: il fratello e Balls, possibile candidato.

Written by nomfup

maggio 17, 2010 at 8:11 pm

Mili Band

leave a comment »

Era annunciato e l’ha fatto: dopo il fratello David, anche Ed Miliband si è candidato alla leadership del Labour.

L’occasione è stato un convegno della Fabian Society, dove l’ex-ministro al cambiamento climatico ha fatto una severa requisitoria sullo stato di salute del partito, dopo le elezioni:

This has been a depressing week for everyone in the Labour Party and all who believe in a fairer Britain. We need to face uncomfortable truths: we lost the election and it was a bad result. Despite the hard work that was done, this is the second worst result for us since universal suffrage. And let me say very clearly: we can’t explain away that defeat on the basis of one person or one moment in a campaign (…) The truth is that as government wore on we lost that sense of progressive mission and of being in touch with people’s concerns (…) As time wore on we came to seem more caretakers than idealists—more technocratic than transformative (…) We lost that sense of progressive mission, we found ourselves beached, unable to speak to too many of the concerns of the people of our country (…) We had a catastrophic loss of trust over Iraq. For many people, the way that happened, broke the bond of trust with us. And for many others, expenses did the same.

Camicia bianca e cravatta rosa, Ed ha parlato a braccio e ha formalizzato la sua candidatura così:

I have talked it over with my family, about what it would mean. And I have made my decision. Today I am putting my name forward to be leader of the Labour Party (…) My message to our party is this: let’s move on from the politics of Blairites and Brownites and unite around a new set of ideas.

Poco dopo era online il suo sito da campagna elettorale, rosso e obamiana; Miliband ha anche risposto via Twitter alle varie domande dei simpatizzanti.

Written by nomfup

maggio 15, 2010 at 9:43 pm

L’altro David

leave a comment »

Mentre quegli altri due 40somethings flirtano a Downing street, David Miliband brucia la concorrenza e formalizza la sua candidatura alla guida del Labour.

Incoronato

Qui c’è il suo sito elettorale, ancora assai spoglio, in vista della prima uscita vera e propria la settimana prossima.

Love's Labour Lost

E ora sotto a chi tocca, cari Ed (Balls e Miliband).

Written by nomfup

maggio 12, 2010 at 9:00 pm