Nomfup

Only connect

Lacrime e sangue

with 4 comments

Mentre ancora prosegue l’interminabile conferenza stampa del governo Monti sulla manovra, sono le lacrime del ministro Elsa Fornero a raccontare meglio di qualsiasi tabella la gravità del momento che l’Italia sta attraversando. Erano anni che non si sentiva un simile pathos, pare quasi che l’intero Paese sia sospeso, silenzioso, ad ascoltare i ministri che dettagliano misura per misura cosa ci aspetta. Un momento drammatico, alto. Dal punto di vista comunicativo senza sbavature. L’Italia di un mese fa appena sembra il secolo scorso.

Written by nomfup

dicembre 4, 2011 a 10:13 PM

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    icittadiniprimaditutto

    dicembre 4, 2011 at 10:25 PM

  2. L’avrei preferita più guerriera. Un guerriero (uomo o donna) piange in privato, in pubblico afferma una linea, combatte. Poi Monti con quel “Commuoviti ma correggimi” l’ha stesa

    carla

    dicembre 4, 2011 at 10:26 PM

  3. E caro Nomfup vogliamo parlare della tirata di orecchi ai giovani vecchi che si sono presentati in chiave monosessuale ? Pensavano di trovare Geri Haliwell al posto della Fornero con sottofondo di “It’s raining men” …

    residentevil

    dicembre 5, 2011 at 6:45 PM

  4. Profondo rispetto per la commozione del ministro del Welfare, Elsa Fornero.
    Uno dei momenti più veri della politica italiana degli ultimi decenni.

    Maria

    dicembre 6, 2011 at 1:13 PM


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: