Nomfup

Only connect

Posts Tagged ‘Andrew Marr

A volte ritorna

with one comment

David Miliband, s’intende.

Written by nomfup

novembre 4, 2013 at 7:04 pm

Pubblicato su UK

Tagged with , , , ,

Spremuta di sindaco

leave a comment »

Boris Johnson accetta di andare ad uno dei più importanti talk show del mattino, e finisce sbranato da Eddie Mair che conduce l’Andrew Marr Show. L’imbarazzo del sindaco, sotto il fuoco delle domande imbarazzanti sul suo passato, è palpabile. Noi che si parla di interviste a schiena dritta, insomma, avercene.

Written by nomfup

marzo 25, 2013 at 3:45 pm

Pubblicato su UK

Tagged with , , ,

Angolo nostalgia

leave a comment »

Dio, quelle mani.

Written by nomfup

giugno 25, 2012 at 8:50 am

Pubblicato su UK

Tagged with , , , , ,

Yes We Cunt

leave a comment »

Presentando il ministro alla cultura britannico, Jeremy Hunt, un presentatore radiofonico della BBC è incappato in un rovinoso lapsus e lo ha chiamato “Cunt”, termine che volgarmente indica l’organo genitale femminile. Scandalo.

A nulla sono valse le imbarazzate scuse – così come il colpetto di tosse divertito – con cui James Naughtie ha commentato in diretta la sua gaffe. In breve tempo Twitter e la rete si sono divisi tra i fan del presentatore e coloro, invece, che ne chiedevano la testa.

Il lapsus di Naughtie – assai diffuso, ne sa qualcosa il conservatore Nick Herbert che ha preso i tagli (cuts) per qualcos’altro – è diventato un tormentone virale, tanto che qualcuno (visti i rapporti tesi tra il governo di coalizione e la BBC) arriva a pensare che forse proprio casuale non sia stato. Freudiano, chissà.

Written by nomfup

dicembre 6, 2010 at 10:01 pm

Il magone dello spin

with one comment

Cosa? Alastair Campbell che si commuove in diretta tv?

I tabloid strillano che anche Gordon Brown si sarebbe commosso, durante l’intervista con Piers Morgan che sarà trasmessa tra qualche giorno. Come capitò a Hillary Clinton, nei giorni infuocati delle primarie con Obama (e le lacrime le giovarono nei sondaggi).

Strategia elettorale? Forse. Intanto Gordon pare si sia affidato ai soliti guru americani – in particolare al sondaggista di Obama, Joel Benenson – per preparare al meglio i confronti diretti in tv.

Il mago dei numeri

Comunque sia, lacrime finte o vere, promozione del suo nuovo romanzo o le arti oscure dello spin, Ali il suo momento di magone in diretta lo ha spiegato così sul suo blog:

If I appeared lost for words, it was perhaps because there is nothing more to say, and if I had said what I was really thinking about the way the media has been covering the inquiry, and the way they cover public life more generally, I might have regretted it. So I let my mind race for a while, controlled the emotions surging around, then carried on (…) What happened was that Marr asked a question, and I was struck by the insight that he had precious little interest in the answer, and the exasperation button was duly pressed.

Written by nomfup

febbraio 8, 2010 at 11:07 am

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 54.896 follower